Quando la noce moscata si sposa al vin brûlé… ed è subito inverno!

toa-heftiba-P-3gIFrV-mY-unsplash
Dic 17, 2019

Quando la noce moscata si sposa al vin brûlé… ed è subito inverno!

0
Share

Un sorso di vin brûlé ed è subito inverno! Questa bevanda è infatti un caldo rimedio alle fredde giornate, oltre a combattere i malanni di stagione. Fondamentale nella preparazione è la noce moscata, una spezia profumata e dal sapore intenso.

Ancice Stellato

INGREDIENTI:

Vino rosso (corposo tipo Teroldego)
Zucchero 100 g
Scorza di limone non trattato 1
Scorza d’arancia non trattata 1
Cannella in stecche 2
Chiodi di garofano 8
Bacche di ginepro 5
Anice stellato 1
Noce moscata AROMAE DI EXPOTALY


 

Realizzare il vin brûlé è semplicissimo: dopo aver preparato tutte le spezie necessarie per la ricetta, lavate il limone e l’arancia e tagliate la scorza sottile, facendo attenzione a non prelevare la parte bianca che renderebbe amara la preparazione. In una pentola di acciaio dai bordi non troppo alti versate il vino rosso, lo zucchero, le stecche di cannella, le bacche di ginepro, i chiodi di garofano, le scorze tagliate e la noce moscata.

Mescolate il composto e portatelo lentamente a ebollizione: dopo, fate sobbollire a fiamma dolce per 5 minuti mescolando fino al completo scioglimento dello zucchero.

Servite il vin brûlé ancora caldo e gustatevi questa coccola invernale tipica di queste festività!

Comments are closed.